Più letto
Curiosità

La Spezia – Le Cinque Terre – Portovenere – Lerici – il Golfo dei Poeti

La Spezia – Le Cinque Terre – Portovenere – Lerici – il Golfo dei Poeti
Parlare della Spezia e del suo Golfo (il Golfo dei Poeti) significa descrivere la parte della Liguria più incantevole e dolce, anche fuori stagione, quando, con l’estate ancora lontana, offre giardini con fiori che non smettono mai di sbocciare, angoli di natura e borghi ancora intatti. In questo paesaggio estremamente vario, che alterna paesini a picco sul mare, verdi colline, una costa frastagliata ed incantevoli borghi marini (Le Cinque Terre, Portovenere, Lerici) incastonati come i gioielli in una corona, si incontrano località dove si possono assaporare le atmosfere ed i sapori più antichi ed autentici della Liguria, un mix di cultura contadina e marinara che si fondono per dare vita ad un qualcosa di unico e raro che, ogni anno, richiama miglia di visitatori da tutte le parti del mondo.

Il territorio di La Spezia si caratterizza per la varietà dei paesaggi che convivono al suo interno: la città della Spezia ed il suo golfo (il golfo dei poeti) che ha alle due estremità i due paesi di Portovenere e Lerici, e la fascia costiera, famosa in tutto il mondo con il nome Le Cinque Terre.

Una ricchezza di elementi naturali e luoghi (così uniti nei costumi, tradizioni e cucina) che comprendono il mare e la costa montuosa e frastagliata.

Le Cinque Terre
Portovenere
l’isola Palmaria
l’isola del Tino
lo “scoglio del Tinetto”
Lerici, Tellaro, San terenzo

La provincia della Spezia (con la sua costa impervia costituita da un susseguirsi continuo di baie, paesini arroccati sul mare ed incastonati nella falesia, una rete fittissima si sentieri che conducono a paesaggi ancora intatti e mozzafiato) racchiude in sé la più alta concentrazione di aree protette e parchi naturali d’Italia, tra i quali:

· Il Parco Nazionale delle Cinque Terre: istituito nel 1999, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità, tutelato dall’ UNESCO. Comprende il territorio che va da Riomaggiore a Monterosso. Un susseguirsi di borghi medioevali incastonati nella falesia a picco sul mare, uniti tra di loro da una fitta rete di sentieri (che richiama turisti da tutte le parti del mondo), muretti a secco, terrazzamenti. Paesini circondati da una macchia mediterranea d’eccezione, collegati ad una rete di romantici Santuari (la Via dei Santuari).

· L’Area Marina protetta delle Cinque Terre: tratto di mare che va dalla zona di Punta Mesco (Monterosso) fino a Capo Montenegro (Riomaggiore). Si tratta di un luogo incantevole, di una costa sulla qule si alternano falesie a strapiombo sul mare, spiaggette, grotte ed anfratti, baie incantate, il tutto in un mare incontaminato che ospita una popolazione sottomarina tra le più interessanti di tutto il Mediterraneo.

· Il Santuario dei Cetacei: l’Area Marina Protetta delle Cinque terre è stata inserita all’interno del “Santuario dei Cetacei”, poiché è frequentata da numerosi delfini, balenottere e cetacei zifii e capodogli, che si danno appuntamento nel tratto di mare tra Liguria e Provenza (bacino che comprende anche le Cinque Terre) per nutrirsi in vista dell’inverno e riprodursi.

· Il Parco Naturale regionale di Portovenere: istituito nel 2001, comprende il territorio di Portovenere, le sue isole (Palmaria, tino e tinetto) e le aspre ed affascinanti falesie che si spingono fino a Riomaggiore.

La città della Spezia è situata al centro di un golfo naturale chiamato il Golfo dei Poeti, ampia insenatura naturale che dalla cittadina di Lerici si allunga fino a Portovenere, circondata ad arco da verdi e lussureggianti colline, con a fianco Le Cinque Terre, paradiso naturale decantato in tutto il mondo.

A La Spezia e nelle Cinque Terre vi giunsero, fra i numerosi visitatori, anche poeti, scrittori e pittori famosi, provenienti da tutto il mondo, che questi luoghi prima incantarono e poi incatenarono a sé; luoghi dai quali, una volta scoperti, non riuscirono più a separarsi. Tra i poeti, gli inglesi Percy Bysshe Shelley e Gorge Byron che, innamoratisi di questi luoghi incantati, contribuirono a rendere il golfo della Spezia (in loro onore ribattezzato Golfo dei Poeti) uno dei luoghi di villeggiatura più romantici ed affascinanti del tempo.

Visitare invece le Cinque Terre (entrate a far parte dal 1998 dei siti individuati dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità) significa immergersi in uno degli angoli di storia e natura più intatti della costa, non solo ligure.

Come lo “sciacchetrà”, il prelibato vino passito che qui si produce, i borghi regalano il risultato di un lavoro antico e difficile.

Le località delle Cinque Terre (Riomaggiore, Manarola, Coniglia, Vernazza, Monterosso) possono essere raggiunte anche in automobile, ma l’uso di tale mezzo è fortemente sconsigliato, sia per motivi ecologici sia per motivi pratici, giacchè durante la bella stagione risulta impossibile trovare parcheggio, e la strada corre tortuosa ed alta sul costone della montagna ed è caratterizzata da numerose curve e tornanti.

Per questi motivi il modo migliore per visitare le Cinque Terre, e per spostarsi da un paesino all’altro, è il treno. La linea ferroviaria La Spezia – Genova ferma in tutti i villaggi che compongono le Cinque Terre.

La città della Spezia offre al turista ogni tipo di alloggio, dall’albergo a 5 stelle agli affittacamere e B&B dove poter alloggiare per gustare al meglio questo angolo di paradiso.

Dalla città della Spezia il treno collega, per l’intero arco della giornata, con passaggi molto frequenti (una corsa circa ogni 15/20 minuti) tutte le località delle 5 Terre

Partendo da La Spezia il treno impiega circa 7 minuti a raggiungere il primo paesino: Riomaggiore.

Sempre partendo dalla città della Spezia un altro suggestivo e romantico modo per raggiungere le Cinque Terre è via mare; i battelli effettuano corse regolari partendo dalla passeggiata a mare di La Spezia (passeggiata Morin) collegando i Cinque paesini.

Un altro modo per visitare ed apprezzare al meglio la bellezza mozzafiato delle Cinque Terre è quello di prendere il treno a La Spezia e, con una corsa di circa 7 minuti, raggiungere Riomaggiore (il primo paese delle 5 Terre) e da lì poi percorrere a piedi l’attrezzata e fitta rete di sentieri che collegano i cinque paesi (da Riomaggiore prende avvio la famosa Via dell’Amore), sentieri che sanno regalare panorami mozzafiato, scorci fantastici, odori, brezze ed emozioni indimenticabili.

Incastonati come gemme in piccole insenature a ridosso del mare o abbarbicati alle montagne, Riomaggiore, Manarola, Coniglia, Vernazza e Monterosso rappresentano il tratto più suggestivo ed affascinante della riviera Spezzina.

Chilometri e chilometri di sentieri, mulattiere, muretti a secco e scalinate a picco sul mare collegano tra loro i paesini delle 5 Terre. Un affascinante percorso tra cielo e mare che permette di scoprire calette nascoste dove potre nuotare tranquilli, scogliere che si tuffano nel mare, santuari, terrazzamenti naturali dove da centinaia di anni gli abitanti coltivano, con caparbietà e sacrificio, la vite e l’ulivo.

Anche i piatti che la cucina propone rispecchiano le caratteristiche di questa terra: acciughe al limone, ripiene, fritte o sott’olio, frittelle di bianchetti, pesci freschissimi, torte salate, focaccia, farinata, muscoli ripieni (cozze ripiene), la mes ciua, ecc… : questi sono i piatti che vi attendono, da gustare nei ristorantini affacciati su di un mare spettacolare.

A Ponente del golfo della Spezia vi è il pittoresco borgo marinaro di Portovenere conserva veri gioielli architettonici, come il forte genovese sulla collina e l’antichissima chiesa di San Pietro, protesa verso il mare. Proprio di fronte le isole della Palmaria e del Tino, con lo scoglio del Tinetto, rappresentano un ambiente naturale meraviglioso.

Dalla parte opposta del golfo della Spezia si trova Lerici, paesino dal clima dolce e ricca di testimonianze artistiche quali il grande castello genovese che domina l’abitato. Intorno a Lerici sono disseminati una miriade di piccoli borghi immersi nel verde dei pini e delle ginestre, affacciati sul mare del Golfo dei Poeti: Fiascherino (dove soggiornò lo scrittore inglese David Herbert Lawrence), Tellaro, La Serra, Montemarcello.

Scrivi tu un commento per primo

Leave a reply

In La Spezia
Logo
Register New Account
Benvenuti sul nostro nuovo sito
Reset Password